Video tutorial: tom e timpano

Nuova puntata della nostra serie di tutorial sul mix in cui affrontiamo il trattamento dei tom nel mix. Vedremo come applicare il noise gate per eliminare i rientri, l’equalizzatore per scolpire il suono e il compressore per enfatizzare l’attacco e uniformare le code.

Tom e timpano sono stati ripresi con microfoni a condensatore Beyerdynamic Opus 88  su preamp Audient Black Series.

L’Isolamento dei Tom

Il primo passo consiste nell’isolare i Tom dal resto del kit, un processo cruciale per assicurare che ogni colpo risulti chiaro e definito. Utilizziamo un Noise Gate con impostazioni simili a quelle usate per la cassa e il rullante, stabilendo una soglia che afferra esclusivamente il suono dei Tom. Un attacco rapido mantiene intatto l’attacco iniziale dello strumento, mentre un rilascio lento consente un naturale decadimento del suono.

Equalizzazione: La Base del Suono

L’equalizzazione gioca un ruolo vitale nel modellare il carattere sonoro dei Tom. Un boost intorno agli 80 Hertz aumenta la pienezza e il corpo del suono, mentre un leggero taglio nelle medio-basse elimina le frequenze che tendono a rendere il suono troppo “inscatolato”. Per accentuare l’attacco e la brillantezza, viene applicato un boost sulle alte frequenze, con un ulteriore, quasi impercettibile, aumento intorno ai 7 kilohertz.

Compressione: Dinamiche Sotto Controllo

La compressione è fondamentale per enfatizzare l’attacco dei Tom e uniformare la loro dinamica. Utilizziamo due compressori: il primo con un attacco lento per enfatizzare l’attacco dello strumento, e il secondo per omogeneizzare la dinamica complessiva, rendendo il suono più coerente. Questo approccio bilanciato assicura che i Tom siano sia percussivi sia musicalmente integrati nel mix.

Il Trattamento del Timpano

Il timpano, con la sua tonalità più profonda, richiede un’attenzione particolare. Oltre alle tecniche già descritte, impieghiamo un plugin di Waves per generare armoniche superiori, migliorando la percezione delle basse frequenze anche su sistemi di riproduzione con limitazioni nelle basse. Questo accorgimento conferisce al timpano un maggiore corpo e presenza.

Panning e Spazialità

I Tom sono pannati leggermente a sinistra e a destra per rispecchiare la prospettiva di un ascoltatore situato di fronte alla batteria. Questo panning, leggermente esagerato rispetto a un ascolto naturale, è volto a creare un senso di movimento e ampiezza nel mix, accentuando i passaggi da sinistra a destra.

Riverbero: L’Integrazione nel Mix

Infine, un leggero riverbero viene applicato ai Tom per inserirli armoniosamente nel contesto del mix. Questo tocco finale aiuta a creare una sensazione di spazio e coerenza, assicurando che i Tom non solo si distinguano per il loro impatto dinamico ma siano anche perfettamente integrati nel paesaggio sonoro complessivo del brano.

Concludiamo questa puntata del nostro tutorial sul mixaggio, dedicata ai Tom. Attraverso tecniche mirate di isolamento, equalizzazione, compressione, e l’uso strategico di effetti come il riverbero e la generazione di armoniche, abbiamo esplorato come trasformare i Tom da semplici componenti ritmici a veri e propri protagonisti del suono della batteria. Restate sintonizzati per ulteriori approfondimenti nel nostro viaggio attraverso l’arte del mixaggio presso V3 Recording Studio.